Frammenti – 1964

Il divertimento ha significato in relazione alla sensibilità, dove tutto è senza valore non esiste più nemmeno il divertimento...da una parte l’inquietudine più avvilente i rischi dell’esasperazione e i pericoli dell’impotenza davanti a forze che sono o sembrano più grandi di noi, dall’altra le piccole e le grandi gioie del momento con l’assuefazione più totale ai più grandi crimini e con la rinuncia più completa a tutti i motivi di lotta.  

Trascrizione

Torna alla lista taccuini